top of page

Le diseguaglianze - Ordini professionali a confronto


Presso la Camera di Commercio PA-EN, si è tenuto l'evento di spicco "Le diseguaglianze - Ordini professionali a confronto" il 14 novembre 2023.


Nella prima parte della giornata il tema della diseguaglianze è stato affrontato per aree tematiche.

Gli Ordini professionali di  medici, fisioterapisti, ostetrici, infermieri, psicologi, veterinari, TSRM e PSTRP, farmacisti e assistenti sociali hanno approfondito le diseguaglianze nell’accesso ai servizi ed alle prestazioni sanitarie.

Gli Ordini professionali di ingegneri, architetti, geometri, geologi, agrotecnici, periti industriali, agronomi, forestali e chimici si sono confrontati sulle diseguaglianze territoriali.

Gli Ordini professionali di avvocati, commercialisti ed esperti contabili, notai, consulenti del lavoro hanno analizzato le diseguaglianze reddituali, di accesso alle professioni ed ai servizi.

 

Dal confronto è emerso uno sguardo critico sulla realtà: la tutela della salute, che è garantita dalla Costituzione, - l’art. 32 tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti, l’art. 3 garantisce a tutti i cittadini pari dignità sociale e uguaglianza davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali – sembra essere fortemente minata.

I dati del CENSIS parlano chiaro: ogni anno, ben 4 milioni di italiani rinunciano alle cure a causa di percorsi complicati e ostici e lunghi tempi di attesa. È un grido di allarme che non può passare inosservato. È necessario un impegno collettivo per superare le diseguaglianze e abbattere le barriere che impediscono a molti cittadini di avere accesso alle cure.

L’Ordine dei fisioterapisti di Palermo Trapani ha sviluppato una riflessione sulle prestazioni fisioterapiche, che contribuiscono in modo considerevole al miglioramento della qualità della vita di una sempre più numerosa parte della popolazione e sono un investimento per la sostenibilità del sistema salute. Per alcune tipologie di cure l’attuale organizzazione, invariata da più di un ventennio, prevede che l’indicazione alla fisioterapia sia data con doppia visita medica, creando spreco di risorse e disagi per gli assistiti. Il percorso esistente per l’accesso alle cure fisioterapiche può considerarsi equo, appropriato e sostenibile?

Numerose linee guida internazionali vanno nella direzione di snellire i processi organizzativi per garantire maggiore efficienza ed economicità. In questo modo diventa possibile valorizzare il ruolo del fisioterapista nella gestione dei servizi territoriali per erogare interventi sanitari appropriati, continuità dei percorsi di cura, e ottimizzare le risorse con interventi integrati.

L’Ordine dei fisioterapisti di Palermo Trapani ritiene possibile, per assicurare l’eguaglianza dei cittadini nei confronti del servizio sanitario, individuare e realizzare modelli di presa in carico fisioterapico più efficienti: la fisioterapia ha un ruolo chiave nell’ottimizzazione del sistema salute per risparmiare con saggezza e garantire l’accesso diretto alle cure.

 

Da tutti gli elementi analizzati nel corso della giornata è emersa la comune necessità di trasformare le sfide in opportunità, di creare nuovi modelli affinché tutti i cittadini possano avere accesso alle cure. Per costruire un futuro in cui ogni cittadino possa godere facilmente del proprio diritto alla salute senza ostacoli.




33 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page